FST Mediateca Toscana Film Commission
News

“Alfred Hitchcock e i film della Universal Pictures”: fino al 1° settembre a Museo della Grafica di Pisa la mostra curata da Gianni Canova

Una raccolta di foto e una serie di video di approfondimento che ci portano alla scoperta di tutte le curiosità sui backstage, gli effetti speciali e la vita privata del maestro della suspense. Il Museo della Grafica di Pisa ospita, fino al 1° settembre, la mostra, curata dal critico Gianni Canova, “Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures”.

“Hitchcock – afferma Gianni Canova – è stato uno dei più grandi creatori di forme di tutto il Novecento. I suoi film, per quante volte li si riveda, sono ogni volta una sorpresa, ogni volta aprono nuove prospettive attraverso cui osservare il mondo e guardare la vita”.

Un viaggio fra i capolavori del regista con la silhouette più famosa del mondo che sarà accompagnato dagli approfondimenti video di Canova. Questo tour cinematografico parte da Norman Bates e "Psyco" (1960), passando per “Gli uccelli" (1963), opera innovativa nel campo del suono e degli effetti speciale che nasconde molteplici significati psicologici e sociali: per proseguire con "La donna che visse due volte", uno dei film più citati e iconici del regista, fino a "La congiura degli innocenti" (1955), "L’uomo che sapeva troppo" (1956), "Marnie" (1964), "Il sipario strappato" (1966), "Topaz" (1969), "Frenzy" (1972) e "Complotto di famiglia" (1976).

E poi un’intera sezione dedicata alle musiche indimenticabili che hanno accompagnato le scene più angoscianti dei suoi film, tra cui quelle di "Psyco" e "La donna che visse due volte", realizzate dal compositore americano Bernard Hermann ed, infine, un montaggio di tutti i camei e le apparizioni di Hitchcock sulla scena, diventati un marchio di fabbrica della sua cinematografia.

Info:www.museodellagrafica.unipi.it







[ << indietro ]